GFT Italia è Diamond Sponsor del Banking Summit: digitalizzazione e customer experience per puntare alle giovani generazioni

GFT Italia è Diamond Sponsor del Banking Summit: digitalizzazione e customer experience per puntare alle giovani generazioni

L’appuntamento annuale di The Innovation Group pone quest’anno l’accento sul vantaggio digitale nei servizi bancari.

Milano, 22 Settembre 2015 – GFT Italia, parte del Gruppo GFT, uno dei più importanti fornitori mondiali di soluzioni IT per il settore finanziario, è Diamond Sponsor dell’appuntamento annuale di The Innovation Group che quest’anno pone l’accento sul vantaggio digitale nei servizi bancari.

Alfio Puglisi, Managing Director, GFT Italia, sarà tra i relatori della Tavola Rotonda che si terrà il 23 Settembre alle ore 12.00 dal titolo “Strategia Digitale e Strategie ICT: le due facce della trasformazione della banca per semplificare le operation, rivedere i modelli distributivi e la relazione con i clienti”. Al centro dell’intervento di GFT, i nuovi servizi che gli istituti bancari devono erogare, la necessità di interfacciarsi con le nuove generazioni - gli utenti del domani - facendo fronte a competitor che arrivano da mondi diversi. GFT affianca, infatti, da oltre venticinque anni i principali istituti bancari europei e italiani nel percorso di digitalizzazione lavorando per massimizzare la customer experience e la fruibilità di tutti i servizi.

“Gli investimenti dei nostri clienti sono stati, nell’ultimo periodo, fortemente indirizzati in ottica omnichannel quale risposta ad utenti che vogliono la banca di fiducia sempre “always on”. Questo ha richiesto una nuova strategia digitale integrata e processi di innovazione nell’approccio, nei canali e nei prodotti nonchè nell’evoluzione dell’infrastruttura tecnologica che deve abilitare una erogazione del servizio in tempo reale e presso qualsiasi device. - afferma Alfio Puglisi, Managing Director, GFT Italia. - Una trasformazione, socio-culturale, prima ancora che tecnologica poiché stiamo parlando di un contesto che coinvolge diversi soggetti di mercato”. - conclude Puglisi.

Circa due anni fa, GFT ha iniziato a studiare il settore della digitalizzazione coniugando il mondo Retail con i servizi che la banca eroga al cliente finale individuando nel percorso di digitalizzazione quattro assi di sviluppo: organizzativo, normativo, culturale e tecnologico. Sono stati in tal senso realizzati servizi di eccellenza presi a modello in Italia e che dal nostro Paese vengono implementati in tutti il mondo. Considerando, per esempio, il ruolo nodale che la banca può giocare nel mondo dei pagamenti, i professionisti GFT sono stati protagonisti in Italia nella realizzazione dei nuovi sistemi di pagamento “Person to Person” (P2P) che consentono di inviare e ricevere denaro in tempo reale via smartphone e la fruibilità di servizi in contesti molto eterogenei. L’innovativo servizio per pagamenti digitali “Jiffy” lanciato da SIA e sviluppato in collaborazione con specialisti italiani e spagnoli di GFT permette il trasferimento di denaro a un beneficiario identificato dal numero di cellulare – cui è associato il codice IBAN - e con disponibilità dei fondi immediata: l'addebito e l'accredito avvengono infatti direttamente sul conto corrente con un bonifico "real time" eseguito tramite l’home banking in assoluta sicurezza.
Attualmente il servizio Jiffy di SIA è disponibile ai correntisti delle più importanti banche italiane, tra cui BNL, Cariparma, Carispezia, Friuladria, Gruppo Carige, Hello bank!, Intesa Sanpaolo, UBI Banca, UniCredit, Widiba e prossimamente dei clienti di Banca Mediolanum, Banca Popolare di Milano, Banca Popolare di Sondrio, Banca Popolare di Vicenza, Che Banca!, Gruppo Poste Italiane e Monte dei Paschi di Siena.

In Italia il panorama è decisamente interessante - sottolinea Alfio Puglisi, Managing Director, GFT Italia - da un recente sondaggio GFT, realizzato in Europa nel settore finanziario, emerge per l’Italia uno scenario molto incoraggiante in ambito digitalizzazione: quasi due/terzi delle banche intervistate ritengono che il mobile payment sia il fattore chiave di successo per il portafoglio di servizi bancari digitali e circa il 60% offre già un sistema di mobile payment, il 14% in più rispetto alla media di tutti gli intervistati in Europa”.